Il signore degli anelli, dal cinema al web

1

Il progettpo si farà perché ci sono i soldi per la produzione e perché si annumcia come la serie evento dei proassimi anni. ‘Il Signore degli Anelli’, dopo aver sbancato i cinema in mezzo mondo, diventerà anche una serie tv.  Amazon ha stanziato un miliardo di dollari per la produzione e nel progetto ci sono investimenti almeno per cinque stagioni, sempre che la serie non si allarghi imitando altri prodotti simili di grandi ascolti come Il Trono di Spade. Le ultime novità sulla produzione mettono in mezzo un nome clamoroso perché pare che anche Peter Jackson, regista pluripremiato della saga al cinema potrebbe essere coinvolto almeno nella sceneggiatura del soggetto anche se lui ha più volte negato di volersene interessare. Ma indiscrezioni importanti arrivano anche dalla trama. Per quello che trapela dagli Usa, al centro della storia ci sarà Aragorn, che al cinema era stato interpretato dall’attore Viggo Mortensen. Almeno la prima stagione quindi sarà dedicata ad Aragorn da giovane, quindi un periodo antecedente a quello del primo capitolo de ‘Il Signore degli Anelli’ sul grande schermo. E intanto cresce la curiosità anche per capire chi saranno gli interpreti. Dominic Monaghan, che si è fatto conoscere dal grande pubblico anche per una fiction di culto come ‘Lost’, potrebbe tornare a vestire i panni di Merry: “Se useranno i vecchi hobbit per ricordare i loro viaggi, io lo farei subito. Amo quel mondo e penso che introdurre fan di nuove generazioni possa riallacciare sia i film di Peter Jackson, sia i libri”, ha detto. E un altro personaggio chiave della storia, il mago Gandalf, potrebbe avere ancora il volto dell’attore inglese Ian McKellen che però ha ammesso di non essere stato ancora interpellato.